Addio al maestro Alberto Zedda: lutto nella musica

alberto zedda

Il mondo della musica sta affrontando in questi giorni il dolore di una nuova perdita. Questa volta nessun mistero, come quello sulla scomparsa del backliner di Nek e Vasco Rossi, e nessuna brutta malattia a sorpresa come per la morte di Prince. Purtroppo è solo la vita che scorre e che ci ha portato via all’età di 89 anni il maestro Alberto Zedda.

Chi era il Maestro Zedda

Grande amante della musica, classe 1928 è nato a Milano e dopo anni dedicati allo studio ha vinto il concorso Rai per direttori d’orchestra nel 1957. Da quel momento la sua carriera ha preso il volo e il maestro Zedda ha iniziato a collaborare con diverse istituzioni musicali sia nazionale che internazionali. Ha diretto alla Scala, il Maggio Musicale Fiorentino, l’accademia di Santa Cecilia e il Teatro Massimo di Palermo.

Ma non solo, Alberto Zedda è anche stato direttore artistico di diverse realtà importanti come il Teatro La Scala, il Carlo Felice di Genova e il Rossini Opera Festival. La sua capacità è inoltre strettamente connessa con la creazione di musica visto che il maestro ha anche inciso diversi dischi di musica operistica e, nel tenatativo di trasmettere la sua passione per la musica ai più giovani e alle nuove generazioni ha insegnato storia della musica per molti anni all’Università di Urbino.

In tanti si sono uniti al cordoglio per la perdita di questo grande artista, musicista, insegnante e direttore d’orchestra che ha saputo trasformare la musica non solo in arte, ma anche in amore e voglia di comunicare come dovrebbe normalmente essere. In tanti si sono presentati al suo funerale, oltre 300 persone tra cui le autorità cittadine, il segretario artistico del Teatro Comunale di Bologna, il regista Damiano Michieletto…

Altrettante sono state le dichiarazioni di affetto come riporta Il Resto del Carlino che ha intervistato alcuni dei presenti che hanno sottolineato come la sua arte e le sue opere rimarranno immutate nei secoli, superando ovviamente, ache la morte. Tanti anche i giovani cui Zedda aveva dedicato molti anni della sua vita. Per celebrarlo al meglio c’è stato anche un toccante momento con un omaggio musicale eseguito dalla musicista, la nipote Valentina, cui sono seguiti i saluti grati del Sindaco di Pesaro, Ricci.

Tags:


About the Author



Comments are closed.

Back to Top ↑