Occidentali’s Karma: ma chi si nasconde dentro la scimmia di Gabbani?

Sul palco dell’Ariston, quest’anno è salito Francesco Gabbani. Un ritorno il suo visto che l’anno scorso aveva trionfato nella categoria nuove proposte con la canzone “Amen”. Ma di una sola vittoria non si è accontantato: così il cantante ha strappato la vittoria anche quest’anno con la canzone Occidentali’s Karma, battendo un colosso della musica italiana come Fiorella Mannoia.

Scopri anche:

 

Perchè Occidentali’s Karma ha fatto il boom?

Come abbiamo già detto più volte, la canzone aveva un ritmo trascinante, ma il testo era tutt’altro che semplice e sciocco: Gabbani ha colpito nel segno di una società basata sull’apparire che cerca quasi di salvarsi appigliandosi, in malo modo, alle filosofie orientali. Ma alla fine ci interessa fare politica sul web, stamparci la foto più bella e ottenere like sui social.

Oltre al ritmo ciò che ha avuto un fattore dominante nella viralità di questa canzone che ha anche vito il Premio Tim per il brano più ascoltato durante il Festival, è stata la presenza della scimmia sul palco.

Già, perchè Francesco Gabbani sul palco dell’Ariston ha portato un ballerino in un costume da scimmione nero! Una provocazione anche questa, ma il balletto fatto dai due è diventato virale e ha fatto impazzire giornalisti e spettatori che hanno immediatamente iniziato a rifarlo. La domanda che ci siamo fatti tutti però è: chi c’era dentro a quel costume da scimmia?

Chi si trova dentro al costume da scimmia di Gabbani?

Come riporta l’Huffington Post, dentro al costume si trova una bellerino professionista: Filippo Ranaldi, 28 anni e coreografo di X-Factor. Insomma, non uno da poco. E allora non stupisce più di tanto che su internet spopolino i tutorial per rifare il balletto, Ranaldi sa bene cosa piace alla gente a casa e così, con qualche semplice passo, ha letteralmente invaso il “www”.

L’anno scorso Francesco aveva già dimostrato di voler portare anche un po’ di movimento sul palco dell’Ariston infatti durante l’esibizione di Amen si era lasciato andare in mosse curate, ma comunque molto isitintive. Quest’anno invece la coreografia è ben studiata, e si vede!

L’idea però è tutta di Gabbani, almeno a quanto racconta il coreografo che non è nuovo all’Ariston visto che ha già ballato a Sanremo per la coreografia del brano “Respirare” di Gigi D’Alessio e Loredana Bertè.

Tags: ,


About the Author



Comments are closed.

Back to Top ↑