Sanremo 2018: la canzone di Ermal Meta e Fabrizio Moro accusata di plagio rientra in gara

ermal-meta-fabrizio-moro-sanremo-2018

+++ ULTIM’ORA +++ Fabrizio Moro ed Ermal Meta tornano in gara: Ecco le parole della RAI

A seguito delle valutazioni effettuate, la Rai ritiene che non si debba escludere dalla gara la canzone di Ermal Meta e Fabrizio Moro, in quanto conforme al requisito di novità previsto dal regolamento”. Lo ha reso noto la Rai.  Il brano di Meta e Moro ‘Non mi avete fatto niente’, spiega l’ufficio legale della Rai in una nota letta in sala stampa, “contiene stralci del brano ‘Silenzio’ (presentato a Sanremo Giovani nel 2016) in misura inferiore a un terzo delle durata, quindi la circostanza che il brano sia stato già fruito non inficia la novità della canzone in gara”. Inoltre, dagli approfondimenti fatti, risulta che “i due brani hanno stesure, durata, testi e melodie diverse. La somma degli stralci non supera un minuto e 3 secondi su una durata complessiva di 3 minuti e 24 secondi, dunque inferiore a un terzo”. La conclusione che “le due canzoni, pur presentando analogie, non sono la stessa canzone. ‘Non mi avete fatto niente’  dunque nuova e resta in gara”.

Sanremo 2018: il caso Moro-Meta e le accuse di Plagio

Si intitola Non Mi Avete Fatto Niente la canzone di Ermal Meta e Fabrizio Moro in gara a Sanremo 2018 e ha avuto un ottimo successo durante la Prima Serata del Festival di Claudio Baglioni. Però. Già, perchè purtroppo c’è un però ed è anche abbastanza grosso visto che circola la voce che sia un plagio. A lanciare la notizia, nella notte, è stato Giulio Pasqui di AltroSpettacolo, che ha segnalato come il brano di Moro e Meta fosse molto somigliante, forse troppo, ad un brano cantato da Ambra Calvani e Gabriele De Pascali, intitolato Silenzio. La canzone in questione era stato presentato alle pre-selezioni di Sanremo Giovani e il brano era raggiungibile proprio nel sito Rai.

Sanremo 2018: plagio, le rime incriminate

Però (perchè c’è il secondo però) il brano Non Mi Avete Fatto Niente in gara a Sanremo 2018 di Meta e Moro porta una terza firma, quella di Andrea Febo, unico autore anche del brano Silenzio. Un auto-plagio insomma, ma forse sarebbe stato meglio segnalarlo prima visto che alcune strofe della canzone di Moro e Meta sono praticamente identiche. Nello specifico si tratta delle parole:

“Non mi avete tolto niente, non avete avuto niente, questa è la mia vita che va avanti oltre tutto e oltre la gente, non mi avete tolto niente”.

Proprio questo verso è identico nelle due canzoni e la bagarre è finita anche al Dopo Festival dove ne hanno parlato a lungo i vari ospiti in sala. Vedremo ora cosa risponderanno i due diretti interessati, Ermal Meta e Fabrizio Moro che per ora tacciono e pubblicano solo il link al loro video ufficiale.

Se volete sapere tutte le news su Sanremo 2018 leggete qui:


About the Author



Comments are closed.

Back to Top ↑