Sanremo 2016. Le pagelle alle prime 10 canzoni dei big. Al primo posto…

mjhmjh

La prima serata del Festival di Sanremo 2016 si è svolta senza intoppi e si è anche conclusa in perfetto orario. Tra un inizio travolgente e il tuffo nel passato con l’ospite d’onore Laura Pausini, la classe di Elton Jhon  e l’esuberanza di Maitre Gims, si sono esibiti i primi 10 cantanti big. Questa è la nostra classifica personale sulle canzoni!

Lorenzo Fragola “Infinite Volte” voto 6. La canzone è bella, ma sembra ci sia sul palco Toto Cutugno. Con tutto il rispetto per il grande cantante, il povero Lorenzo ha 20 anni, ma sembra che con questa canzone ne abbia 90 e che abbia sofferto le pene dell’inferno in amore. Lorenzo, che succede? Non cantavi #fuoric’èilsole?

Noemi “La borsa di una donna”: voto 7. Senza lode e senza infamia. Noemi ha una voce pazzesca, ci piace sempre, ma forse questa canzone per apprezzarla ancora di più dobbiamo ascoltarla meglio oppure la rossa scatenata questa sera ha sentito l’ansia dell’Ariston e si è un po’ trattenuta.

Dear Jack “Mezzo Respiro”: voto 4. La canzone è una nenia. Non si capisce bene cosa dica il nuovo cantante che, dispiace dirlo, ma non è all’atezza di Alessio Bernabei. Sicuramente le ragazzine e i giovani fan potrebbero uccidere per una frase del genere, ma a noi un po’ retrò questa hit non è proprio piaciuta

Giovanni Caccamo e Deborah Iurato “Via Da Qui”: voto 7. La canzone porta la firma di Giuliano Sangiorgi, ci aspettavamo molto di più, invece non è stata proprio il massimo. Loro molto bravi, ottime armonie, temiamo il podio. E lo temiamo davvero.

Stadio “Un giorno mi dirai”: voto 7. Inutile fare i radical chic, gli Stadio sono dei grandi della musica italiana, ma questa sera Curreri era proprio senza voce e dalla canzone, sebbene abbia delle potenzialità pazzesche soprattutto per il grande classico “ohhh ohhh” nel ritornello, ci aspettavamo più mordente

Arisa “Guardando il cielo”: voto 7. La canzone è bella, perfetto stile Arisa, non ci stupisce nè in positivo nè in negativo, ma è musicalmente perfetta per il Festival di Sanremo. Anche qui si teme un podio!

Enrico Ruggeri “Il primo amore non si scorda mai”: voto 8. Un po’ di ritmo finalmente sul palco dell’Ariston e non ce lo aspettavamo da un Ruggeri in stile rock con una canzone dal titolo molto romantico. Con i suoi occhialini blu Enrico ha svegliato tutti e il ritornello è già fisso in testa!

Bluvertigo “Semplicemente”: voto 7.5. Morgan è una molla, la canzone rimbalza come lui con un buon ritornello e qualche suono che particolare che, in questa serata, non avevamo ancora sentito. Bravi.

Rocco Hunt “Wake Up”: voto 6,5. Sembra di sentire l’intro di un vecchio pezzo di Pino Daniele, ma come abbiamo detto per Ruggeri, il fatto di ritrovare un po’ di grinta sul palco va premiato. Compreso l’urlo “Sveglia” che avrà fatto saltare sulla sedia le prime file!

Irene Fornaciari “Blu”:  voto 7. La canzone, come ci aveva anticipato in una intervista speciale, è un racconto ricco di immagini molto forti sull’immigrazione. Una canzone dal tema importante con una voce di Irene profondissima che spettina anche il pubblico in galleria!

Tags: , ,


About the Author



Comments are closed.

Back to Top ↑