Addio a Cino Tortorella, papà dello Zecchino D’Oro

Cino Tortorella avrebbe compiuto 90 anni, ma si è spento questa mattina a Milano. Era famoso per aver interpretato, per anni, il Mago Zurlì dello Zecchino D’Oro che ha accompagnato nella crescita tantissimi bambini insieme all’amico pupazzo Topo Gigio.

Cino Tortorella è stato cresciuto dalla mamma Lucia e, dopo il liceo, si iscrive a Giurisprudenza, ma poi la abbandona. Finito il servizio militare si dedica a tempo pieno al teatro e la sua bravura è evidente al punto tale che viene notato dal regista Enzo Ferrieri. Terminata la Scuola d’Arte Drammatica del Piccolo di Milano mette in scena lo spettacolo che poi lo ha reso famoso con il personaggio “Zurlì, mago del giovedì”.

La carriera televisiva di Tortorella

Nel 1959 ha concepito e creato la manifestazione canora dei bambini lo Zecchino D’Oro e ha condotto il programma fino al 2008 ideando anche il personaggio diventato altrettanto famoso di Topo Gigio! Nel 2002 Cino Tortorella è entrato nel Guinnesi dei Primati per aver condotto lo stesso spettacolo più a lungo di chiunque altro nel mondo intero.

topo gigio 2

Oltre allo Zecchino D’Oro lo ricordiamo per “Nuovi Incontri”, “Gioco-città”, “La Luna nel pozzo”. Negli ultimi anni si è espresso negativamente sulle ultime edizioni dello Zecchino D’Oro, soprattutto della cinquantatresima edizione e così ha abbandonato definitivamente la gara canora dedicandosi invece ad un’altra kermesse sempre per bambini: “Una canzone per Mariele”, in ricordo di Mariele Ventre.

Cino Tortorella è sempre stato un uomo all’avanguardia nel mondo della televisione. È stato il primo, nel 1959, a parlare di enogastronomia in televisione con “Cuochi Fatui”, passione che ha portato avanti negli ultimi anni con diverse partecipazioni a manifestazioni legate alla cucina e al vino.

Il mondo della tv piange così un grande artista, presentatore e genio della televisione, ma soprattutto i 30enni di oggi piangono la scomparsa di un personaggio della televisione che, con lo Zecchino D’Oro, ha accompagnato molti ragazzi nella crescita e nello sviluppo. Lo Zecchino D’Oro era un appuntamento che non si poteva perdere e che incollava alla telvisione tanti ragazzini che hanno coltivato e sviluppato la loro passione per la musica negli anni. L’esempio più famoso? Cristina D’Avena, nata proprio nella trasmissione.

Tags:


About the Author



Comments are closed.

Back to Top ↑