Gino Paoli indagato per evasione fiscale. Ecco cosa è successo

Gino_Paoli_2010

È una storia alquanto particolare quella che vede indagato il cantautore genovese Gino Paoli. La procura di Genova infatti lo ha indagato per evasione fiscale: secondo gli inquirenti il cantante avrebbe fatto arrivare in Svizzera circa 2 milioni di euro e, essendo lui, presidente della Siae, la storia assume connotati ancora più oscuri.

L’inchiesta, come si legge sull’Ansa, nasce da alcune intercettazioni telefoniche nell’abito dell’inchiesta sulla maxi-truffa ai danni della Banca Carige. Gli inquirenti hanno così ascoltato delle telefonate tra il commercialista Andrea Vallebuona che parla con il cantautore, suo cliente e si confrontano sulla possibilità di trasferire i soldi (circa due milioni di euro) in Svizzera attraverso il Centro fiduciario di Carige.
I soldi sono stati così trasferiti nel 2008 in Svizzera, senza essere stati scudati o senza essere oggetto di dichiarazione dei redditi. I finanzieri, proprio in queste ore, stanno cercando prove documentali della movimentazione di due milioni di euro che Paoli avrebbe trasferito in Svizzera nel 2008.


About the Author



Comments are closed.

Back to Top ↑