Cosmo: dopo 90 date si conclude il tour de “L’ultima festa”

Il tour di Cosmo è cominciato ad aprile, in sordina, mentre il disco piano piano si faceva strada e dopo il pubblico appassionato della scena indie è riuscito a conquistare anche quello delle radio mainstream che si sono appassionate a “L’ultima festa” rendendola una delle canzoni più ascoltate, ballate e cantate della scorsa estate.

Dopo più di novanta date e un numero sorprendente di sold out, questo incredibile tour si conclude con tre concerti speciali a Roma, Milano e Ivrea a cui seguirà una pausa dall’attività live che condurrà Cosmo verso la lavorazione di un nuovo disco.
Trascinato dal passaparola, lo show di Cosmo è diventato mese dopo mese uno dei più apprezzati e vissuti dal pubblico italiano. Come in una vera festa il coinvolgimento del pubblico è essenziale come quello dei musicisti sul palco: le distanze si annullano, i corpi si sfiorano, i generi non contano niente. È un concerto, ma è tutto da ballare. Ci sono delle canzoni, belle, con bei testi e belle melodie, e c’è la cassa dritta, i bassi che pulsano e le luci che fanno girare la testa. Mondi distanti che finiscono per diventare una cosa unica. Diversa.

È pop, ma con il cuore nella club culture. È Cosmo.Una cosa che prima non c’era e ora c’è. Una vera e propria anomalia nel sistema della musica italiana.

Il disco di Cosmo “L’ultima festa”

“L’ultima festa”, il suo secondo disco, può essere considerato a tutti gli effetti come uno degli album italiani più importanti e apprezzati dell’anno appena terminato.

Il giudizio sovrano del pubblico è sempre andato di pari passo quello della critica, col disco presente ai primissimi posti di tutte le classifiche di fine anno di magazine musicali e non.
C’è stato un unico grande plebiscito che ha trasformato Marco Jacopo Bianchi in uno dei protagonisti di questa nuova scena nata dal basso e che sta colpo dopo colpo modificando lo status quo del pop italiano.

Bella soddisfazione per un artista che arriva ora all’attenzione di un pubblico più ampio dopo anni di lavoro e palchi calcati come componente e leader dei Drink To Me, una delle realtà più solide della scena underground indipendente italiana (e che a Febbraio, in contemporanea con le date del  tour di Cosmo firmeranno la colonna sonora di un film – “2Night” – per la regia di Ivan Silvestrini, con Matilde Gioli).

Tags:


About the Author



Comments are closed.

Back to Top ↑