Addio al pioniere della musica dance Colonel Abrams

0
9
A rescued passenger arrives at the Antonio Perrino hospital in Brindisi, southern Italy, after being lifted off the burning ferry "Norman Atlantic" adrift off the coast of Albania, on December 28, 2014. Rescuers battled in the dark to save more than 300 trapped passengers from a burning Italian ferry as coastguards reported the first death in the high-seas drama. The Greek maritime ministry said 268 of the passengers were Greek, with the crew made up of 22 Italians and 34 Greeks. But the rest of the passengers were made up of 54 Turks, 44 Italians, 22 Albanians, 18 Germans, 10 Swiss, nine French, and Russian, Austrian, British and Dutch nationals. AFP PHOTO/RENATO ESPOSITO (Photo credit should read RENATO ESPOSITO/AFP/Getty Images)

8olikujyhgt

Il 2016 sembra essere l’anno degli addii. Un altro lutto ha infatti colpito la msucia mondiale che ha dovuto dire addio a Colonel Abrams, pioniere della musica house e dance. L’artista si è spento a 65 anni e, ad annunciarlo, è stato DJ Tony “Tune” Herbert, che ha scritto “”Adesso riposa in pace, le nostre condoglianze vanno alla sua famiglia e ai fan di tutto il mondo. Adesso non soffre più e non è intrappolato”.

Colonel Abrams è diventato popolare nella scena underground di New York via radio e ha ottenuto il suo primo grande successo nel 1984 con “La musica è la risposta”, per l’etichetta indipendente Streetwise. Altri successi in metà degli anni 1980 incluso “Leave the Message Behind the Door”, “Trapped” (una top ten in Germania, Irlanda, Paesi Bassi e Regno Unito)  e” Over and Over “, che stabilisce Abrams come solista, inizialmente in Europa e poi negli Stati Uniti.

Abrams, nonostante il grande successo degli anni ’80, negli ultimi tempi aveva avuto grandissime difficoltà economiche e viveva come senzatetto per le strade di New York.