Tedua, il suo singolo La Legge del più Forte è Disco D’Oro

ph credit Umberto Falsina

Probabilmente lo avrete sentito nominare, ma non tutti sanno chi è Tedua, anche se con il suo nuovo singolo, “La Legge del più forte” ha conquistato il Disco D’Oro. Meglio aggiornarsi quindi e cercare di conoscere questa nuova promessa del rap.

Il singolo, La Legge del Più Forte di Tedua è uscito lo scorso 17 novembre ed è stato da poco certificato Disco D’oro grazie anche ai suoi 4 milioni di stream su Spotify, ai 3 milioni e mezzo di views su YouTube e all’undicesimo posto della Top 5 Italia sempre di Spotify, senza contare che è anche al 16°posto dei singoli più venduti su iTunes. Insomma, una successo su tutta la linea, ma chi è veramente Tedua?

Chi è Tedua?

Il giovane rapper Tedua, all’anagrafe Mario Molinari, classe 1994, arriva dalla periferia di Genova, da Cogoleto per la precisione, ma è cresciuto a Milano. La sua vita è caratterizzata da un’incredibile voglia di riscatto e lo trova nel freestyle creando un flow unico nel suo genere. Dapprima ha fatto parte di alcune crew come Zona4Gang e Wild Bandana e poi nel 2014 ha fatto il suo debutto musicale  con “Medaglia d’oro” pubblicato in free download in collaborazione con Vaz Tè.

Nel 2015 è uscito il mixtape “Aspettando Orange County”, seguito poi l’anno successivo dall’album “Orange County California” dove Tedua va ad esplorare il sottogenere della drill music, un derivato in qualche modo della trap, diffusosi intorno al 2010 nella scena rap di Chicago.

Nel 2016 lo vediamo nel film “Zeta”, il lungometraggio di Cosimo Alemà in cui Tedua interpreta se stesso alle prese con una battle di freestyle che lo vede contrapposto a Fatt Mc.

A gennaio 2017 esce “Orange County – California” che contiene i singoli “Buste della spesa” (con un video che su YouTube viaggia intorno ai 2 milioni di visualizzazioni) e il duetto con Ghali in “Fifty fifty”. Nel 2017 Tedua compare nell’album Fenice di IZI (Sony Music) nel singolo Wild Bandana, certificato disco d’oro, ed esce successivamente con il singolo Wasabi 2.0 (Sony Music) che oltre ad essere certificato disco di platino, ottiene oltre 7.4 milioni di visualizzazioni in soli 5 mesi.

Testo La Legge del più Forte di Tedua

Quando mi hai detto che vali
Ho detto: “Ok, tira fuori i coglioni”
No, non intendevo tu ti presentassi
Con quei mentecatti dei tuoi soci
Molly nel bicchiere
Mowgli, mo che il mondo gira
Muoviti a vedere da ogni prospettiva
Per la giungla sputa bacche velenose e non palle di cocaina
Lucky Tedua perché fortunato
Ho il naso fratturato però ho fatturato
Più che un rapper sei un reseller
E non ce ne servirebbe un altro
Dentro la strada non stana la tigre
Il vice tenente che tiene il fucile
Ricetrasmittente al mittente
Metti che ho in mente un piano per fuggire
Spara
Torni coi morti in bara
Non mi raddoppi e cala
Quella tua cresta da testa di cazzo
Me lo diceva la scena l’altr’anno
Ora si aspetta al cancello le chiavi
Vengo da Zena il cartello, no quello di Cali
Per i fratelli che fanno bordelli con gli assistenti sociali

Dentro la giungla non giurare
Giuda che scusa c’è
Sono il più fatto e lo colgo notando il contatto
Tra me e te
Plug, plug, plug, plug
Compasso col passo a giro quando ho un video trap
Wooooh
Dentro la Benzo pieno di euro che spendo
Prendo quel che mi occorre, non correre lento
Non ho un controllo elettronico
Fre’ se li faccio vado in elicottero
Ma per adesso mi vuoi multare all’eccesso
Verso il successo ai duecento

Roccia ti credi in Suburra
Un giorno e l’altro in Gomorra
Da minorenni sul pullman
Portando weeda alla gita di scuola
In coda ancora con la colla in gola per quanto impastata
Sai che l’ho piazzata
E la tua crew si accolla tipo cozza o cotta
Presa da una scema sfegatata
“Pronto? Halo
Con chi hablo?”
Non è il diablo, io son Mario (Tedua)
L’italiano, pizza e mafia ma fai il bravo
Milano, la giungla, Bosco Verticale
Una scimmia nell’ombra non si può arrampicare
Questo scatena uno scompenso nella catena alimentare
Circonvallazione, recinzione
Per la precisione è una restrizione
Nei quartieri in cui l’istituzione
Lascia gli abitanti alla legge del più forte
Non tagliano l’erba nei campi da calcio
Ma quella nelle piazze di spaccio
Fre’ che non spacco non devi mai dirlo
Più drill di Rafiki il mandrillo

Dentro la giungla non giurare
Giuda che scusa c’è
Sono il più fatto e lo colgo notando il contatto
Tra me e te
Plug, plug, plug, plug
Compasso col passo a giro quando ho un video trap
Wooooh
Dentro la Benzo pieno di euro che spendo
Prendo quel che mi occorre, non correre lento
Non ho un controllo elettronico
Fre’ se li faccio vado in elicottero
Ma per adesso mi vuoi multare all’eccesso
Verso il successo ai duecento


About the Author



Comments are closed.

Back to Top ↑