Who Built The Moon? Il nuovo album di Noel Gallagher: “Il rock ha ucciso il rock’n’roll”

Gli Oasis ormai sono storia vecchia e Noel Gallagher, classe 1967, sembra essere più in forma che mai. Lo abbiamo incontrato a Milano e nonostante la pioggia e il tempo grigio, l’aura che aleggiava intorno a Noel dava un tocco di positività al tutto. Del resto, Noel Gallagher è l’autore di gran aprte dei testi e delle musiche che hanno reso famosi gli Oasis in tutto il mondo e, trovarsi davanti a lui, è sempre come trovarsi davanti a un mostro sacro. Come ormai sappiamo tutti, dal 2011 ha iniziato la sua la carriera da solista dando vita ai Noel Gallagher’s High Flying Birds. Ora siamo pronti per il nuovo album, intitolato “Who Built The Moon”: abbiamo già ascoltato due singoli che hanno dato un quadro generale di cosa ci aspetta (Holy Mountain e Fort Knox) e sinceramente attendiamo il 24 novembre, data di uscita del disco con la giusta dose di agitazione.

Noel Gallagher racconta Who Built The Moon

Come definiresti l’album?

Se dovessi definire l’album lo definirei cosmic pop ma è rock. Quando dici rock la gente pensa a giacche di pelle e Jack Daniels, ma il vero senso del rock è la libertà di fare ciò che vuoi. Sono stato fortunato poi a trovare David Holmes perchà ha visto qualcosa in me che nemmeno io pensavo ci fosse”. Io tratto ogni disco o tour come se fosse ultimo, e se questo fosse l’ultimo sarei contento.

La musica che tratta di argomenti attuali, come la valuti?

Secondo me è troppo facile prendere le notizie del tg e metterle in musica. Scrivere brani che parlano di gioia e speranza è un atto rivoluzionario. Dave Grohl o i Greenday cosa urlano a fare? La musica che parla di attualità è noiosa, Trump è noioso. Io sono un rivoluzionario perchè parlo di gioia e speranza.

Allora tu che musica ascolti?

Credo che il rock abbia ucciso il rock’n’roll. Io ascolto U2, Kasabian e Primal Scream, ma si urla troppo e non capisco il contorno di tatuaggi, orecchini, tingersi i capelli… a che serve? L’ultimo disco che ho comprato è dei Jungle.

Da dove nasce il titolo del disco?

C’è un libro che si intitola cosi, io non credo nelle teorie cospirazioniste perchè sono noiose, però in questo libro si dice che la luna è un corpo estraneo al nostro sistema solare. Ok, forse chi lo ha scritto aveva visto troppe volte Star Wars o aveva fumato, ma il titolo è bellissimo e io l’ho fatto mio.

Cosa ne pensi del documentario Supersonic sugli Oasis?

Mi piace, se no non avrei partecipato. Racconta una storia che non sara più raccontata ossia quella di una band che, venuta dal nulla, ha conquistato il mondo in pochissimo tempo.


About the Author



Comments are closed.

Back to Top ↑