Claudio Baglioni incontra una medusa in spiaggia e…ci scrive una canzone

fytr

Incontrare una medusa al mare non è proprio un incontro piacevole, anzi. Le si rifugge e se si viene colpiti si corre immediatamente ai ripari. Questo se siete persone normali, ma se siete Claudio Baglioni cambia tutto. Il cantante infatti ha dedicato una “canzone/poesia” al suo incontro ravvicinato con una medusa.

Una decina di giorni fa, sotto uno scoglio
mi sono imbattuto in una medusa.
Diafana e ambigua non l’ho proprio vista.
Forse perché non l’avevo notata all’istante
si è avvelenata e me l’ha fatta pagare.
È stato un incontro che ha lasciato il segno.
Quando mi sono girato s’era già dileguata
con un’aria enigmatica e ignara
sopra un prato fluttuante di posidonie
dietro una classe ordinata di pesciolini
in gita scolastica col grembiule a righe.
Ferito nel corpo e soprattutto nell’animo
ho pensato a lei innumerevoli volte
senza potermi dar pace o sollievo
né tregua a un tormento tirannico
cercando un antidoto per non soffrire.
Chissà dove si sarà poi nascosta la ninfa.
Da un’infame così mi son fatto scottare
e non son più riuscito a beccarla.
Punto in più punti e pur nell’orgoglio
non covo più vendetta o rancore.
Vorrei però almeno poterle spiegare
che questo genere di toccata e fuga
è una composizione che ti fa restar male
e magari invitarla ad un bagno in maschera
in cui cingerla forte in un vortice di passione
dentro la rete dei miei desideri.


About the Author



Comments are closed.

Back to Top ↑