Tutte le canzoni di Adele diventano delle hit e ci fanno commuovere. Ecco perchè

adele

La giovane cantante britannica Adele con ogni sua canzone scala le classifiche e i brani che sceglie come singoli diventano delle hit che, se da una parte non riusciamo a smettere di ascoltare, dall’altra parte ci fanno piangere e commuovere. Tutto questo però è dovuto sicuramente alla bravura della cantante, ma c’è anche una spiegazione scientifica!

Come si legge su “Il Post” Adele all’epoca della canzone “Someone Like You” aveva scatenato il popolo del web che si trovava immediatamente in lacrime ascoltandola. Sicuramente il testo, che parla di un abbandono, fa la sua parte e suscita empatia, ma Adele gioca molto sulla tecnica musicale “dell’appoggiatura” che,come studiato da diversi esperti di musica, provoca forti emozioni.

La tecnica canora di Adele che ci fa piangere

Questa appoggiatura è una sorta di ornamento canoro formato da una nota che, posizionata prima rispetto ad un’altra nota o un accordo, leva un valore alla nota successiva creando una dissonanza. Praticamente è una modifica musicale che all’orecchio di chi ascolta crea una sorta di tensione che provoca una reazione emotiva ben precisa: brividi, commozione, pianto…

Martin Guhn, psicologo dell’Università della British Columbia insieme allo studioso Marcel Zentner, ha monitorato le reazioni fisiologiche come il battito cardiaco e la sudorazione di un gruppo di persone sottoposte all’ascolto di certe canzoni.

Da qui il risultato fu che i brani condividevano diverse caratteristiche:

  • Inizio quasi sussurrato che diventa forte improvvisamente
  • Inserimento di un nuovo strumento
  • Inaspettate deviazioni dell’armonia

In conclusione, secondo uno studio condotto da un team di neuroscienziati alla McGill University, la musica che ci emoziona rilascia dopamine nell’area del cervello con cui percepiamo il piacere e questo ci porta a voler ripetere l’esperienza e, in questo caso, a riascolare la canzone!

 

Tags:


About the Author



Comments are closed.

Back to Top ↑