“L’ultima festa” per Cosmo non è ancora arrivata: al via il tour invernale

cosmo
Dopo avere attraversato l’Italia in un lungo e in largo (più di 50 date) e avere scandito con la sua musica l’estate del 2016, Cosmo si appresta a tornare nei club con uno show rinnovato nella forma e nella sostanza, pensato appositamente per i locali al chiuso e tutto da ballare.
“L’ultima festa”, il suo secondo disco, può essere considerato a tutti gli effetti come uno degli album italiani più importanti e apprezzati dell’anno ancora in corso. Trainato dal singolo omonimo, un brano che ha spopolato nelle radio finendo regolarmente nella top 50 dei brani più trasmessi dai grandi network nazionali dallo scorso maggio fino a oggi, “L’ultima festa” è la dimostrazione che anche in Italia un nuovo tipo di pop è possibile.

Lo stile di Cosmo

La missione di Cosmo è semplice: unire melodie killer, testi intelligenti e attitudine spiccatamente pop con i suoni e le strutture tipiche della musica elettronica da club.
Sembrerà banale, forse, ma in questo paese ancora non lo aveva fatto nessuno.
Marco Bianchi, dopo essere stato per anni una colonna portante dell’underground italiano grazie alla sua militanza nei Drink to Me (band di cui è ancora leader e fondatore), ha provato ad alzare l’asticella mischiando le carte e facendo convivere mondi solo all’apparenza lontanissimi.
Lo spirito rimane quello di un tempo. Cosmo ama fare tutto da solo, registra i suoi dischi, li produce, si occupa delle grafiche e cura personalmente l’immaginario dietro i suoi videoclip, ma le  sue mire sono davvero alte: prendere la canzone italiana e portarla nel futuro.
Ci sta riuscendo? A quanto sembra, sì: il tour estivo è stato un vero e proprio successo, una marcia trionfale che arriva ora al suo compimento con una serie di date nel club, la dimensione perfetta per la sua musica.
Aspettatevi quindi uno spettacolo tutto da ballare sotto cassa e rigorosamente ad alto volume: dopo avere portato in giro un set che comprendeva solo i brani di “L’ultima festa”, Cosmo ha deciso di riprendere in mano anche le canzoni di “Disordine”, il suo apprezzatissimo disco di esordio, e rivisitarle in una versione tutta nuova e inedita.
Il suo è un concerto vero e proprio, con i musicisti che suonano live e tutto il resto, ma è pensato come se fosse un dj set: la musica è un flusso a cui bisogna abbandonarsi mentre i bpm salgono e l’atmosfera si scalda. Da non perdere!

 

Tags:


About the Author



Comments are closed.

Back to Top ↑