Depeche Mode, Global Spirit Tour 2017: nuove date in Italia

depeche-mode-tour-2017

Depeche Mode 2017: nuove date del tour in Italia

Tutti i fan dei Depeche Mode saranno felicissimi di sapere che i concerti in programma a Torino e Milano a dicembre e gennaio saranno raddoppiati. I Depeche Mode saranno così al Pala Alpitour di Torino il 9 e l’11 dicembre, all’Unipol Arena di Bologna il 13 dicembre e il 27 e 29 gennaio al Mediolanum Forum di Milano.

Nuove opportunità quindi per partecipare al Global Spirit Tour dei Depeche Mode con cui la band sta portando in giro per il mondo il 14esimo lavoro discografico “Spirit”. Il tour è iniziato il 5 maggio da Stoccolma e, settimana dopo settimana, sta raggiungendo alcune delle principali città del mondo: nella prima parte del tour Global Spirit dei Depeche Mode ha visto Dave Gahan, Martin Gore e Andy Fletcher esibirsi per oltre un milione e mezzo di fan in 32 città di 21 paesi europei.

I biglietti ancora disponibili possono ovviamente essere acquistati su TicketOne.

Depeche Mode tour 2017: la possibile scaletta

“Going Backwards”
“So Much Love”
“Barrel of a gun”
“A pain that i’m used to (Jacques D’Cont remix version)”
“Corrupt”
“In your room”
“World in my eyes”
“Cover me”
“A question of lust”
“Home”
“Poison heart”
“Where’s the revolution?”
“Wrong”
“Everything counts”
“Stripped”
“Enjoy the silence”
“Never let me down again”
“Somebody”
“Walking in my shoes”
“Heroes” (cover di David Bowie)
“I feel you”
“Personal Jesus”

Cinque curiosità sui Depeche Mode da sapere assolutamente

  1. I Depeche Mode sono nati a Basildon nel 1980: i membri della band sono Dave Gahan (voce), Martin Lee Gore (chitarra e tastiere) e Andrew Fletcher (tastiere, basso e portavoce).
  2. Dopo aver sperimentato diversi generi, oggi i Depeche Mode sono il gruppo synth-pop di maggior successo nella storia della musica elettronica mondiale.
  3. I Depeche Mode hanno venduto complessivamente oltre 100 milioni di dischi in tutto il mondo.
  4. Enjoy the Silence, inizialmente doveva essere una semplice canzone lenta in Do minore, ma Alan Wilder pensò che da quel brano potesse uscire una hit con una base diversa e così compose una diversa struttura e ora è la hit che tutti conosciamo
  5. Per scrivere la canzone Somebody Martin dichiarò di aver registrato la traccia nudo.


About the Author



Comments are closed.

Back to Top ↑